SICUREZZA  - PierPaolo Bombardieri
Bombardieri: “Accolte alcune richieste sindacali per la sicurezza sul lavoro”
Nei prossimi giorni sarà varato un decreto
Bombardieri_Top14102021.jpg
14/10/2021  | Sindacato.  

 

 

Sarà un DL a introdurre, già nei prossimi giorni, alcune norme per ridurre il drammatico fenomeno degli infortuni sul lavoro. Lo ha comunicato questa mattina il Premier Mario Draghi ai Segretari generali di Cgil, Cisl, Uil, Landini, Sbarra, Bombardieri, che, nelle scorse settimane avevano sollecitato provvedimenti in questa direzione. “Abbiamo finalmente notizie positive - ha detto Bombardieri - per combattere la strage delle lavoratrici e dei lavoratori che muoiono sui posti di lavoro. Sarà possibile, da dopodomani, sospendere l’attività delle aziende che violano le norme sulla sicurezza e che hanno lavoratori non regolari per una percentuale superiore al 10%: come avevamo chiesto da tempo, l’attività delle aziende sarà sospesa sino al ripristino delle condizioni normali e le aziende dovranno pagare la retribuzione ai lavoratori. Inoltre, è stato deciso di aumentare il numero delle assunzioni degli ispettori e di accelerare i tempi di questo percorso: il coordinamento delle attività di ispezione verrà affidato all’Ispettorato. Sono tre punti importanti per dare una risposta immediata all’emergenza “morti sul lavoro”. Ovviamente in merito a questo argomento ci sono altre questioni su cui discuteremo nelle prossimo settimane”.

 

Nel confronto con il Presidente si è accennato anche al tema del Pnrr: “In particolare - ha proseguito il leader della Uil - abbiamo sottolineato come il confronto con tutte le parti sociali possa essere utile a dare indicazioni su come spendere bene e subito quelle risorse, che non sono della politica o del Governo, ma sono di tutti i cittadini: ecco perché è necessario poter decidere insieme le scelte per ricostruire il Paese. Inoltre, si è parlato anche del blocco dei licenziamenti: ci sarà ancora la cassa integrazione Covid per le aziende che non licenzieranno e si potrà dare così una risposta a tanti lavoratori e a tante aziende che in questo momento sono in difficoltà. Infine - ha concluso Bombardieri - abbiamo riproposto la nostra richiesta di calmierare il costo dei tamponi e di diminuire quello a carico delle aziende con alcune delle quali, peraltro, in questi giorni, stiamo sottoscrivendo accordi per fare tamponi gratuiti alle lavoratrici e ai lavoratori”.

 

 

Roma, 14 ottobre 2021