INFORTUNI SUL LAVORO  - Ivana VERONESE
Veronese: inaccettabile questa strage. La tutela della persona deve essere priorità
sicurezza_lavoro-big62.jpg
30/06/2021  | Sindacato.  

 

 

Più denunce di infortunio e più morti sul lavoro.
Non è questa la ripresa che vogliamo. I dati INAIL confermano il grido dall'allarme, già lanciato dalla UIL, sul non rispetto, nella ripresa, dei protocolli di sicurezza COVID e delle regole generali per prevenire gli infortuni e le malattie professionali.


Dobbiamo arrivare a "Zero morti sul lavoro". È inaccettabile questa strage di donne e uomini a cui viene strappata la vita in nome del profitto, della velocità e della produttività.
Il lavoro quotidiano dei nostri RLS/RLST è importantissimo ma troppo spesso la loro attività viene osteggiata dalle imprese.


La sicurezza sul lavoro deve unire tutti in un impegno quotidiano, perché la tutela delle persone deve essere la priorità.



Roma, 30/06/2021