SICUREZZA  - PierPaolo Bombardieri
Bombardieri: «Ricominciamo da lavoro, sicurezza, rispetto della vita»
Il leader della Uil chiude la manifestazione di Cgil, Cisl, Uil in Piazza Monte Citorio
top28052021.jpg
28/05/2021  | Sindacato.  

 

 

"306 morti dall'inizio dell'anno: è una vergogna, una strage, un'emergenza nazionale". Così, il Segretario generale della Uil, PierPaolo Bombardieri, ha iniziato il suo intervento dal palco di Piazza Montecitorio, dove Cgil, Cisl, Uil hanno svolto la manifestazione nazionale per dire "basta" agli infortuni mortali sul lavoro e per rivendicare le necessarie garanzie occupazionali.

 

"Oggi - ha sottolineato il leader della Uil - alla fine di un percorso con 400 assemblee e centinaia di presidi, richiamiamo tutti alle proprie responsabilità. Cosa aspetta il Governo e cosa aspettano le controparti a intervenire. Lanciamo una proposta alle associazioni datoriali: mettete fuori chi viola le norme sulla sicurezza. Lo abbiamo chiesto in questi giorni al Governo - ha sottolineato Bombardieri - aumentiamo le ispezioni e i controlli utilizzando le forze di polizia e la forza pubblica: se è un'emergenza nazionale, è così che ci dobbiamo comportare. Inoltre, bisogna stabilire che se le aziende violano le norme sulla sicurezza non possono partecipare agli appalti pubblici. E poi, si deve investire in prevenzione e formazione e occorre creare una cultura della sicurezza e della legalità. Grazie alla mobilitazione delle lavoratrici e dei lavoratori, siamo riusciti ad ottenere la cancellazione della possibilità di fare gare al massimo ribasso: bisogna proseguire su questa strada - ha concluso Bombardieri - chiedendo il rispetto dei contratti e delle norme sulla sicurezza. Ricominciamo dal lavoro, dalla sicurezza, dal rispetto della vita".

 

 

Roma, 28 maggio 2021