PENSIONI  - Domenico PROIETTI
Proietti: proposta Inps due tranche, fuori da ogni realtà
Necessario riallineare accesso a pensione in Italia a quello della Ue
pensioni4_large.jpg
06/05/2021  | Previdenza.  

 


La proposta del Presidente dell’Inps di corrispondere la pensione in due tranche, a 62 anni la quota contributiva e a 67 quella retributiva, è estemporanea e fuori da ogni realtà. E’ un esercizio di fantasia sulle spalle dei futuri pensionati e sarebbe l’ennesima ingiustizia inflitta ai lavoratori italiani. Tridico poi sbaglia quando paragona la riforma Dini alla Legge Fornero. La riforma Dini, alla cui definizione il Sindacato diede un contributo rilevantissimo, si fondava proprio sulla flessibilità, mentre la Legge Fornero non fu una riforma ma una gigantesca operazione di cassa.

 

Oggi il tema è quello di riallineare l’accesso alla pensione in Italia a quello che avviene negli altri paesi della UE, intorno a 62 anni.

 

Invitiamo il Presidente Tridico a concentrare il suo impegno per il pieno e efficiente funzionamento dell’Inps. Le scelte di come attuare la necessaria flessibilità, ad esaurirsi di Quota 100, sono di competenza del Governo e del Parlamento, dopo il necessario e fondamentale confronto con il Sindacato.

 

 

Roma, 6 maggio 2021