INPS  - Ivana VERONESE
Veronese: prolungare il blocco dei licenziamenti per evitare debacle occupazionale
cassaintegrazione_large.jpg
22/04/2021  | Occupazione.  

 

 

A marzo torna a crescere in maniera prepotente la domanda di cassa integrazione covid, con cui si arriva in 1 anno (da aprile 2020 a marzo 2021) a sforare 5 miliardi di ore autorizzate.


Larga parte delle ore (il 45%) è stata assorbita dalla gestione ordinaria.
Dall'ultimo monitoraggio su quanti hanno perso un lavoro nel corso del 2020, emerge un aumento tendenziale del 3% dei beneficiari di Naspi.


Non è migliore la situazione sul versante delle attivazioni dei rapporti di lavoro, dove nel mese di gennaio di quest'anno assistiamo ad una flessione tendenziale di tutte le tipologie di assunzione, con la maggiore caduta del contratto a chiamata (-53%) e a tempo indeterminato (-38%). Anche le trasformazioni da contratti temporanei a stabili subiscono un forte contraccolpo (-36,2%).


Bene invece le cessazioni dei rapporti di lavoro, che si riducono rispetto allo stesso mese del 2020, sia per l'effetto blocco licenziamenti ma, anche, volendo vedere nel calo delle cessazioni dei contratti a termine il bicchiere mezzo pieno, probabilmente la durata degli stessi, per effetto delle norme emergenziali, è più lunga rispetto al passato.
Insomma, siamo ancora in acque agitate e ci serviranno un bel po' di scialuppe per portare in salvo, finché il sistema Paese non ricomincerà a ripartire, chi rischia di perdere il lavoro nel prossimo futuro.


Il prolungamento del blocco dei licenziamenti diventa non solo un dovere di un Governo responsabile, ma anche una doverosa e quantomai necessaria misura di contrasto alla inevitabile debacle occupazionale che dal 1° luglio potrebbe verificarsi. Accanto a questa misura andrebbe resa obbligatoria la fruizione delle ulteriori settimane di cassa integrazione prima di avviare procedure di flessibilità in uscita.


Per una più efficace ripresa complessiva, occorre il supporto di tutti, lavorando in maniera congiunta, ascoltando anche i contributi e le proposte dei rappresentanti del mondo del lavoro.

Uil, Veronese, occupazione, Inps, Cig, licenziamenti
Roma, 22 aprile 2021