SPESA PENSIONI  - Domenico PROIETTI
Proietti: Governo continua a sbagliare il calcolo della spesa pensionistica
29_07_2020_Proietti_Dumping fiscale.jpg
16/04/2021  | Previdenza.  

 

 

È stupefacente la pervicacia con la quale il governo continua a calcolare in maniera sbagliata la spesa per pensioni nel nostro Paese. Nel Def, infatti, si indica un spesa pari al 16% del Pil nei prossimi anni. Quando tutti gli Osservatori, compreso l'Inps, la calcolano intorno al 12%, perfettamente in linea con quello che avviene negli altri paesi europei.
 
Questo è tafazzismo allo stato puro e comporta problemi al nostro paese nel rapporto con la UE nel momento in cui c'è, invece, bisogno di definire una flessibilità di accesso alla pensione con l'esaurirsi di quota 100. Questo fa il paio con il fatto che la Commissione istituzionale per separare l'assistenza dalla previdenza, insediata dopo un anno di lunga gestazione, non viene convocata dal Ministro del Lavoro da ormai due mesi.
 
Su questo tema la UIL chiede al Governo un vero e proprio cambio di passo per affrontare tutte le questioni aperte del nostro sistema previdenziale, dalla future pensioni dei giovani alla valorizzazione del lavoro di cura delle donne e della maternità, dalla adeguatezza delle pensioni in essere al rilancio delle adesioni alla previdenza complementare.
 
 
Roma, 16 aprile 2021