DIRITTI  - Ivana VERONESE
Veronese e Nocera: Per contrastare il razzismo più collaborazione tra istituzioni e parti sociali
DiscriminazioneRazziale2.jpg
21/03/2021  | Diritti.  

 

 

In occasione della giornata internazionale per l’eliminazione della discriminazione razziale, vogliamo ricordare che il diritto all’uguaglianza e alla non discriminazione sono presupposti fondanti delle leggi sui diritti umani e che il razzismo e la xenofobia costituiscono violazioni dirette ai princìpi di libertà, democrazia e rispetto dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali.



In Europa, la legislazione europea dispone di importanti norme per contrastare il razzismo e ogni forma d’intolleranza e di discriminazione, ma occorre maggiore collaborazione fra Istituzioni, Stati membri e agenzie dell’UE con le organizzazioni della società civile e delle parti sociali, per rafforzare le azioni e le iniziative contro atteggiamenti e comportamenti che minano la coesione sociale, il progresso e lo sviluppo dell’umanità.

Partendo da questo assunto, giudichiamo positivamente il “Piano d’azione contro il razzismo 2020-2025” presentato dall’Unione europea, in quanto si pone l’obiettivo di avviare un percorso di dialogo volto ad orientare ulteriori propositi per l’attuazione delle politiche di lotta al razzismo.



Ora più che mai è necessario unirsi per respingere il razzismo e abbracciare le differenze. Ognuno deve fare la sua parte per promuovere l’inclusione, il rispetto e la valorizzazione delle diversità.