MERCATO DEL LAVORO  - Ivana VERONESE
Veronese: vogliamo discutere con il Governo la destinazione dei Fondi Next Generation-EU
Nell'emergenza Covid cala vistosamente il numero delle assunzioni
immagini-del-lavoro12.jpg
09/12/2020  | Sindacato.  

 

 

Nel pieno dell’emergenza da Covid, cala vistosamente il numero delle assunzioni effettuate dai datori di lavoro. Rispetto allo stesso periodo aprile-settembre dello scorso anno, le Comunicazioni Obbligatorie registrano, infatti, una riduzione di 1,6 milioni rapporti di lavoro attivati in meno.

Massiccia la contrazione di nuove assunzioni e rinnovi a tempo determinato (1,1 milioni di rapporti di lavoro in meno), a cui si aggiunge un saldo negativo di 200 mila assunzioni a tempo indeterminato. A risentire di questo trend in discesa, purtroppo, anche tutte le altre tipologie contrattuali.

Una inevitabile conseguenza, questa, di un periodo fortemente critico dove, però, alcune misure che abbiamo sempre sostenuto come sindacato, e chiesto di prolungare durante questi mesi, stanno dando qualche effetto positivo. E’ il caso del blocco dei licenziamenti che, unito alla cassa integrazione con causale Covid-19, fa registrare un calo di circa 200 mila cessazioni per licenziamento (il 45,6% in meno rispetto allo stesso periodo del 2019).

Complessivamente non possiamo certo dire che i dati ci mostrino una situazione rosea del nostro mercato del lavoro. Siamo ancora in presenza di una situazione che sul versante sanitario e occupazionale è molto seria ed in cui l’evoluzione della prima determina a cascata conseguenze anche per la seconda su cui occorre continuare ad agire sia in termini di protezione, soprattutto in questo momento, che di crescita. 

Per questo vogliamo discutere con il Governo, la destinazione dei Fondi Next Generation-EU.

 

Roma 9 dicembre 2020