INPS  - Ivana VERONESE
Veronese: fornire strumenti adeguati per sostenere l'occupazione anche a fine pandemia
ammortizzatori_large.jpg
20/11/2020  | Occupazione.  

 

 

Uno degli insegnamenti di questa pandemia è senza dubbio la straordinaria importanza degli ammortizzatori sociali. In 7 mesi di pandemia, la sola cassa integrazione con causale Covid ha raggiunto 3,4 miliardi di ore autorizzate, un numero ben più alto di quanto registrato nell’intero triennio 2012-2014.

Significa, in termini occupazionali e sociali, aver assicurato tutela occupazionale e reddituale ad oltre 2,8 milioni di lavoratrici e lavoratori in cassa integrazione a zero ore. Ma attenzione: questi numeri sono stime al ribasso rispetto alla reale platea, che si compone anche di coloro che in questi lunghi mesi stanno beneficiando delle prestazioni dei Fondi di Solidarietà Alternativi dell’Artigianato e della Somministrazione.

Se adesso è tempo di agire con una forte dose di politiche passive, non bisogna mai scordarsi che c’è necessità già da ora di costruire le risposte per far funzionare meglio la macchina del lavoro, fornendo strumenti adeguati a tutti: a chi un lavoro lo ha e a chi lo ha perso. L’obiettivo deve essere quello di un efficientamento del sistema di politiche attive, connesso alle politiche passive, in grado di non lasciare escluso nessuno quando arriverà la fine della pandemia. Ma occorre iniziare ora.


 

 

Roma, 20 novembre 2020