COVID-19  - PierPaolo Bombardieri
Landini Furlan Bombardieri scrivono al Premier Conte. Convocare tavoli già in settimana
Landini Furlan Bombardieri_1.jpeg
02/11/2020  | Sindacato.  

 

 

I segretari generali di Cgil, Cisl e Uil, Maurizio Landini, Annamaria Furlan e Pierpaolo Bombardieri scrivono al Presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte, per richiedere “già questa settimana” incontri tematici.

 

Di seguito il testo della missiva inviata oggi al Presidente del Consiglio:

 

Egregio Presidente, nel confronto tra di noi realizzato, che ha prodotto un primo importante risultato in materia di proroga cassa Covid e blocco dei licenziamenti fino al 21 marzo 2021, abbiamo convenuto di calendarizzare un programma di confronto e di possibile lavoro comune sulle importanti scelte di politica economica, sociale ed industriale che il Governo da lei presieduto, il nostro Paese e l’Europa sono chiamati a compiere in questa situazione inedita e straordinaria.

 

A tal fine, a partire per quanto ci riguarda dalle proposte che abbiamo elaborato e da un metodo di confronto che si misuri fin dalla fase di progettazione delle scelte e dei provvedimenti, è utile fissare già questa settimana incontri sulle seguenti materie, anche con specifici approfondimenti tematici:

 

1. L’utilizzo dei fondi e dei finanziamenti europei: linee guida, priorità e progetti (Next Generation UE, Fondi 2021/2027, Fondi per la coesione, Mes, Sure);

 

2. Decreto Ristori, Legge di Bilancio e Nadef 2021 (sanità, riforma fiscale, previdenza, pensioni e non autosufficienza,   riforma pubblica amministrazione, validità e rinnovo dei CCNL, rinvio elezioni Rsu, istruzione, formazione, assunzioni, investimenti pubblici, mezzogiorno, decontribuzioni, politiche industriali e gestioni crisi, politiche attive ed ammortizzatori sociali, servizi di conciliazione vita-lavoro, cultura, turismo e spettacolo, finanziamento Caaf e Patronati);

 

3. Aggiornamento protocolli sulla sicurezza.

 

In attesa di un suo cortese riscontro, cogliamo l’occasione per porgerle i nostri cordiali saluti.