ASSEGNO UNICO  - Domenico PROIETTI
Proietti: Assegno unico, innovazione importante ma restano zone d’ombra
Dichiarazione di Proietti, Segretario confederale UIL
AssegnoUnico_large.jpg
20/10/2020  | Fisco.  

 

 

Sull'assegno unico restano molte zona d'ombra, ancora da diradare. Si tratta sicuramente di un'innovazione importante a tutela delle famiglie italiane, ma vanno definiti con chiarezza alcuni temi. Non solo sull'ammontare dello stesso, ma anche sulle soglie di accesso, sugli strumenti di valutazione del reddito, sul finanziamento della misura, sulla salvaguardia e sulle misure alternative per il sostegno alle famiglie senza minori a carico.

 

Per la UIL, il finanziamento della misura rimane un punto dirimente perché l'attuale formulazione prevede il superamento dell'assegno al nucleo familiare che è finanziato con un contributo a carico del solo lavoro dipendente. Inoltre, la nuova legge deve garantire l'assegno a tutte le famiglie, anche quelle costituite da due soggetti, lavoratori o pensionati, coniugati o uniti civilmente, con e senza figli a carico.

 

Per quanto riguarda l'utilizzo dell'Isee è necessario, innanzitutto, rafforzare i controlli per impedire agli evasori di accedere a questa importante misura. Bisogna, poi, ripensare lo strumento affinché non penalizzi alcune tipologie di nuclei, come ad esempio quelli monogenitoriali. È fondamentale, inoltre, prevedere la possibilità di presentare l'Isee corrente per aggiornare sia il patrimonio sia il reddito dei nuclei familiari.

 

Infine, non è chiaro come l'Isee inciderebbe sull'importo dell'assegno, ma per la UIL è assolutamente necessario che questa parametrazione non vada a penalizzare il ceto medio.



Roma, 20 Ottobre 2020