RECOVERY FUND  - Ivana VERONESE
Veronese: «Il Governo dia priorità alla riduzione dei divari territoriali»
Recovery_fund_top.jpg
28/07/2020  | Sindacato.  

 

 

 

Se il nostro Paese vorrà imboccare la strada della crescita e del benessere il Governo nel “piano nazionale per la ripresa e la resilienza” per programmare le risorse dei fondi europei inerenti la “Next Generation Eu” (209 miliardi di euro), dia priorità alla riduzione dei divari territoriali.

Infatti, tutti gli indicatori economici, sociali ed occupazionali confermano che la forbice tra Mezzogiorno e resto del Paese si è ampliata.

Nel Mezzogiorno servono politiche economiche concrete di medio periodo, valide per tutto il territorio nazionale, ma che vedano, al loro interno, una declinazione specifica e una maggiore intensità di aiuti e di risorse da destinare al Sud.

Non si può continuare a perpetuare l’idea che nel Mezzogiorno servono sussidi e assistenza.

Serve una concentrazione degli investimenti su poche priorità in grado di generare lavoro e buona occupazione, con risorse destinate all’infrastrutturazione sociale che metta in primo piano l’ammodernamento del sistema dell’istruzione ad iniziare dalla diffusione degli asili nido, grandi opere infrastrutturali, unitamente ad un grande piano di opere sulla cosiddetta viabilità secondaria e il trasporto locale pubblico sostenibile per dare risposte efficienti ai tanti pendolari.

L’altro grande tema è l’introduzione di una fiscalità produttiva di vantaggio che colmi il GAP produttivo tra le varie aree del Paese.

 

 

 

Roma, 28 luglio 2020