AMMORTIZZATORI SOCIALI - MENSE SCOLASTICHE  - Ivana VERONESE
Veronese: Garantire alle lavoratrici e ai lavoratori delle mense scolastiche una tutela economica
news_03062020.jpg
03/06/2020  | Occupazione.  

 

 


DICHIARAZIONE DI IVANA VERONESE, SEGRETARIA CONFEDERALE UIL



"Garantire alle lavoratrici e ai lavoratori delle mense scolastiche una tutela economica". È questa la richiesta della Segretaria confederale della Uil, Ivana Veronese, nel corso della video call, convocata dalla Ministra del Lavoro, Nunzia Catalfo, sul tema degli ammortizzatori sociali "covid19" nelle mense scolastiche con i sindacati nazionali di Cgil Cisl Uil e di categoria Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil, a cui hanno partecipato anche i Segretari nazionali Uiltucs, Stefano Franzoni e Gabriele Fiorino. "Quello delle mense scolastiche - spiega Ivana Veronese - è uno tra i primi settori ad essersi fermato a causa dell'emergenza coronavirus, composto prevalentemente da donne che lavorano part-time e che hanno subito una perdita consistente del proprio salario. La Uil chiede, dunque, che anche le mense scolastiche possano usufruire da subito delle ulteriori 4 settimane di ammortizzatori sociali previsti dal decreto rilancio. Gli ammortizzatori sociali "covid19" - prosegue Veronese - non sono comunque sufficienti a coprire l'intero periodo di chiusura delle attività scolastiche e va trovata da subito una soluzione. Inoltre, non si può pensare che queste lavoratrici, assunte con part-time ciclico, restino senza retribuzione fino alla ripresa scolastica, va trovata quindi una risposta urgente, per evitare di rendere maggiormente vulnerabili queste persone, prevalentemente donne, con un reddito già normalmente basso".
 

 

Roma, 3 Giugno 2020