SOSTEGNO AL REDDITO  - Ivana VERONESE
Veronese: piano europeo per sostegno al reddito prima e parziale risposta a emergenza
Servono i coronabond
economia3_large.jpg
03/04/2020  | Occupazione.  

 

 

Dichiarazione di Ivana Veronese, Segretaria Confederale UIL

 

 

La decisione della Commissione Europea di finanziare, attraverso un piano da 100 miliardi di euro gli strumenti per il sostegno al reddito attraverso la cosiddetta riassicurazione europea per contrastare la disoccupazione, è una prima e parziale risposta che va nella direzione da tempo auspicata dalle parti sociali.

 

Tuttavia, riteniamo che il piano sia insufficiente per dare risposte concrete al tema della tutela del reddito, dell’occupazione e della ripresa economica che l’emergenza COVID-19 sta ponendo. Crediamo che, nei prossimi mesi, ci sia bisogno di una nuova e massiccia iniezione di risorse, per tutelare sia il reddito sia i livelli occupazionali dei lavoratori dipendenti e degli autonomi, e di un piano per far ripartire il sistema economico.

 

Questa emergenza dovrà necessariamente essere affrontata a livello europeo e, per questo, riteniamo non più rinviabile l’emissione dei Coronabond. Soltanto con un piano europeo di investimenti si può riaffermare il valore fondate dell’Unione Europea.

 

 

 

Roma, 3 aprile 2020

 

 

 

 

Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!