GREEN DEAL EUROPEO  - Silvana ROSETO
Roseto: una risposta all’emergenza dei cambiamenti climatici
green_deal_large1.jpg
16/01/2020  | Ambiente.  

 

 

Via libera da parte del Parlamento Europeo al nuovo piano per raggiungere la neutralità climatica entro il 2050, attraverso la mobilitazione di investimenti sostenibili pubblici e privati per almeno 1000 miliardi di euro nei prossimi 10 anni per favorire in Europa una crescita a lungo termine, sostenibile e competitiva, in grado di rafforzare coesione economica, sociale e territoriale.

 

Il piano di investimenti arriva a circa un mese dalla presentazione del Green Deal europeo e tra le novità di cui è portatore ricordiamo quella di prevedere un meccanismo orientato a promuovere e garantire una ‘giusta transizione’, anche con il contributo delle forze sociali, politiche ed economiche.

 

Sotto molti punti di vista questo piano potrebbe innescare effetti positivi, come il miglioramento della qualità dell’aria e la riduzione della dipendenza energetica. Inoltre, potrebbe anche rappresentare un volano per la creazione di nuovi posti di lavoro, costituendo al contempo un’opportunità per rafforzare il know-how in tema di innovazione ambientale.

 

Le intenzioni sono quindi condivisibili, ma diverse questioni vanno preventivamente risolte affinché questo impegno sia veramente efficace: in primis la revisione delle regole sugli aiuti di Stato, il ruolo e la partecipazione del sindacato sulla governance rispetto a questo processo green decennale, la riorganizzazione del mercato del lavoro.

 

 

 

 

Roma, 16 gennaio 2020

 

 

Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!