PENSIONI  - Carmelo Barbagallo
Barbagallo: “la mobilitazione non finisce qui. Proseguiremo con il confronto e le manifestazioni”
top_20122019.jpg
20/12/2019  | Sindacato.  

 

 

Questo pomeriggio, ultimo appuntamento in piazza Montecitorio per i pensionati di Cgil, Cisl, Uil. Si è conclusa, infatti, la serie dei quattro sit-in, iniziata lo scorso 11 dicembre e proseguita nei giorni scorsi, a cui hanno partecipato centinaia di pensionati, provenienti da ogni parte del Paese, per sollecitare Governo e Parlamento a tener conto delle rivendicazioni contenute nella piattaforma unitaria. Alle iniziative è intervenuto il Segretario generale della Uil, Carmelo Barbagallo. Ribadite le priorità: una giusta rivalutazione delle pensioni, una legge sulla non autosufficienza, un fisco più equo per i pensionati.

 

“La nostra mobilitazione non finisce qui - ha detto Barbagallo - proseguiremo con il confronto e con le manifestazioni per conseguire gli obiettivi che ci prefiggiamo. Aspettiamo, dunque, che vengano insediati i tavoli, ma devono esserci i contenuti: noi facciamo i sindacalisti, ci occupiamo del merito e vogliamo risposte. Con la crisi che incombe - ha proseguito il leader della Uil - con i giovani che sono costretti a scappare, con i pensionati che non riescono più ad essere l’ammortizzatore sociale dello loro famiglie, non possiamo restare fermi. Continueremo la nostra battaglia e, in assenza di un segnale di attenzione, non escludiamo la possibilità di tornare, qui, in piazza Montecitorio, già il prossimo 6 gennaio - ha concluso Barbagallo - per portare simbolicamente il carbone a chi non avrà ascoltato le nostre richieste”.

 

 

Roma, 20 dicembre 2019