Immigrazione  - Guglielmo Loy
Rapporto sulla protezione internazionale
In calo gli ingressi di migranti irregolari in Europa: 551.371 nel 2016
immigrati-asilo-politico-rifugiati.jpg
09/11/2017  | Immigrazione.  

 

 

Roma, 8 nov. (Adnkronos) - Nel 2016 sono 551.371 i migranti arrivati irregolarmente in Europa, un numero significativamente più basso rispetto al 2015 (1.822.330 ingressi). E' quanto emerge dal "Rapporto sulla protezione internazionale in Italia 2017", realizzato da Anci, Caritas italiana, Cittalia, fondazione Migrantes e servizio centrale dello Sprar, in collaborazione con Unhcr, e presentato oggi a Roma .

 

La rotta più utilizzata è quella del Mediterraneo centrale. E' anche la più rischiosa: 5000 morti nel 2016 nel Mediterraneo, di cui 4.500 lungo questa rotta. In tutto 181.459 persone nel 2016 hanno attraversato questa rotta, soprattutto nigeriani (37.554), eritrei (20.721) e guineani (13.550), 25.846 minori. Quella del Mediterraneo Orientale nel corso del 2016 ha rappresentato la seconda rotta d'ingresso in Europa.  

 

I numeri nel 2016 sono drasticamente diminuiti a seguito dell'accordo tra l'Ue e la Turchia siglato a marzo. Sono 182.277 i migranti che nel 2016 hanno percorso questa via, la maggioranza dei quali l'hanno percorsa nei primi tre mesi dell'anno; prevalentemente siriani (84.585), afghani (43.120) e iracheni (27.978).

 

Nel 2017, tra gennaio e giugno, gli ingressi irregolari sono stati solo 13.060, in maggioranza siriani (4.600), pakistani (1.478) e iracheni (516). La rotta balcanica è invece la via di terra che attraversa la Grecia verso altri Paesi dell'Unione europea, A seguito dell'accordo Ue-Turchia, lungo questa rotta si è registrata una drastica riduzione, passando dai più di 700.000 attraversamenti  irregolari del 2015 ai poco più di 130.261 nel corso del 2016; così, se i passaggi irregolari mensili rilevati nel mese di gennaio 2016 sono ancora intorno ai 60.000, nel mese di settembre ammontano a poco più di 2.000.    

 

C'è poi la via circolare dall'Albania e dalla Grecia: nel 2016 i migranti che hanno usato questa rotta per entrare in Europa sono stati oltre 5mila. La rotta del Mediterraneo occidentale lo scorso anno è stata percorsa da oltre 10mila persone, meno percorsa invece la via dall'Africa occidentale al Mediterraneo. Nel 2016 è infine nata la nuova rotta artica, al confine tra Russia, Finlandia e Norvegia con il passaggio di 1349 persone.

Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!