ELABORAZIONE UIL - STUDIO  - Ivana VERONESE
Compartecipazione al contrasto all'evasione
fisco_large.jpg
01/12/2018  | Sindacato.  

 

 

Elaborazione a cura del Servizio Politiche Territoriali della UIL

Novembre 2018

 

COMPARTECIPAZIONE DEI COMUNI AL CONTRASTO ALL’EVASIONE

FISCALE E CONTRIBUTIVA: NEL 2017 RECUPERATI 13,3 MILIONI DI EURO

 

SOLO 433 COMUNI (IL 5,7% DEL TOTALE) HANNO ATTIVATO

LO SCORSO ANNO L’ATTIVITÀ DI CONTRASTO ALL’EVASIONE FISCALE

 

LO SCORSO ANNO A MILANO RECUPERATI 1,3 MILIONI DI EURO,

A GENOVA 967 MILA EURO, A ROMA 144 MILA EURO, A NAPOLI SOLO 150 EURO

 

 

Le somme spettanti quest’anno ai Comuni per la loro partecipazione all’attività di accertamento fiscale e contributivo per l’anno 2017 ammontano a 13,3 milioni di euro, in lieve diminuzione (0,3%) rispetto all’anno precedente.

 

Dal 2010, anno in cui fu introdotta la norma della compartecipazione dei Comuni al contrasto all’evasione fiscale, i Comuni hanno recuperato 97,6 milioni di euro, frutto di 103.217 segnalazioni all’Agenzia delle Entrate.

 

Se si analizza l’andamento delle somme recuperate, spiega Ivana Veronese – Segretaria Confederale UIL, si è passati dai 1,1 milioni di euro del primo anno (2010) ai 2,9 milioni di euro del 2011, transitando per i 10,9 milioni di euro del 2012 e ai17,7 milioni di euro del 2013.

 

L’apice si è toccato nel 2014, con un incasso di 21,2 milioni di euro, per poi rallentare a partire dal 2015 (17 milioni di euro).

 

La presente elaborazione complessiva, a cura del Servizio Politiche Territoriali della UIL è stata realizzata utilizzandoi dati estratti dal provvedimento del Ministero dell’Interno del 6 settembre 2018.

 

 

Roma 01/12/2018

 

 

Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!