CASSA INTEGRAZIONE  - Ivana VERONESE
Veronese: dati dimostrano situazione di sofferenza di molte aziende
Da dicembre siamo in attesa del tavolo tecnico sugli ammortizzatori promesso dal Ministro Di Maio
cassaintegrazione6_large.jpg
18/07/2019  | Occupazione.  

 

Con i 27,6 milioni di ore autorizzate a giugno di quest’anno, il I semestre si chiude con complessive 144 milioni di ore di cassa integrazione.

 

Le durature e forti crisi industriali di cui, come sindacato ci troviamo a occuparci tutti i giorni, sono evidenti anche dai dati sulla cassa integrazione straordinaria che aumenta tra maggio e giugno del 13,9% e del 41,9% nel I semestre dell’anno rispetto allo stesso periodo del 2018.

 

Nei primi 6 mesi di quest’anno le aziende hanno richiesto, a quest’ultima gestione,  91,3 milioni di ore che rappresentano circa 90 mila posti di lavoro di cui questo importante ammortizzatore sociale ha permesso il mantenimento.

 

Sembra esserci, inoltre, una flessione sia mensile che semestrale delle richieste di cassa integrazione ordinaria, il che vogliamo sperare significhi una contrazione del numero di aziende che intraprende, ex novo, un percorso di cassa integrazione.     

 

Questi dati mostrano l’evidente situazione di sofferenza di molte aziende industriali, dove ci auguriamo che i tanti tavoli di crisi aperti volgano al più presto a una positiva soluzione. Allo stesso tempo, emerge chiaramente come lo strumento di integrazione al reddito resti una valida misura di conservazione dei posti di lavoro, sulla quale, però, occorre intervenire con qualche correttivo per migliorarne ulteriormente l’efficacia.

 

Da dicembre siamo in attesa del tavolo tecnico sugli ammortizzatori sociali, promesso dal Ministro Di Maio e da noi più volte sollecitato.

 

 

Roma, 18 luglio 2019 

 

 

Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!