CONTRATTI  - Carmelo Barbagallo
Barbagallo: Chiudere tutti i contratti del pubblico impiego presto e bene
Aumentare il costo dei contratti a termine? Servono anche investimenti
barbagallo_polizia_locale.jpg
22/09/2017  | Occupazione.  

 

 

Ieri all’Esecutivo nazionale della Uilpa a Tivoli, la prossima settimana all’attivo nazionale delle Rsu della Uil Scuola Rua a Napoli, oggi al Convegno sulla polizia locale della UilFpl a Riccione. Il Segretario generale della Uil, Carmelo Barbagallo, con la sua personale presenza alle iniziative delle categorie del pubblico impiego lancia un messaggio netto: “Non abbiamo più tempo a disposizione - ha sottolineato Barbagallo dal palco di Riccione - bisogna firmare i contratti di questi settori, fermi ormai da più di otto anni, e occorre riappropriarsi della funzione della contrattazione. Si deve restituire dignità e valore al lavoro di coloro che sono al servizio della collettività. Nell’accordo, oltre agli aumenti contrattuali, devono essere salvaguardati anche gli 80 euro. Io sono convinto - ha ribadito il leader della Uil - che ci sono le condizioni per fare l’accordo: non stiamo chiedendo la luna. Dobbiamo chiudere tutti i contratti del pubblico impiego presto e bene”.

Barbagallo, infine, è intervenuto anche su alcune anticipazioni relative alla manovra economica: “Non so - ha detto - se sia più giusto aumentare il costo dei contatti a termine o, invece, il costo dei licenziamenti. So solo che il lavoro non si crea per decreto, ma che servono investimenti pubblici e privati per ridurre il divario tra il Nord e il Sud del Paese e per dare occupazione stabile ai giovani. Il lavoro - ha concluso Barbagallo - si afferma e si consolida con interventi strutturali, per dare certezze alle imprese e prospettive concrete ai giovani e ai lavoratori”.

 

Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!