ARERA  - Tiziana BOCCHI
«Quadro strategico 2019-2020 dell'Autorità di regolazione per energia reti ambientali»
Arera_large.jpg
09/05/2019  | Sindacato.  

 

 

Cgil Cisl Uil ritengono fondamentale il ruolo dell’Autorità nella regolazione dei servizi pubblici di natura economica, ed hanno condiviso le motivazioni alla base delle quali si è proceduto nel tempo ad affidare ad un unica Autorità la regolazione del mercato elettrico, prima, poi quello del gas, e successivamente quello idrico e infine dell’igiene ambientale.
 
Questa logica deve portare nel tempo alla affermazione di linee di regolazione omogenee, chiare, semplici e nell’interesse del cittadino, analoghe fra i diversi servizi, pur tenendo nel debito conto le diverse articolazioni dei cicli industriali.
 
I servizi oggetto della regolazione e del quadro strategico oggetto di consultazione, sono settori dalle grandi potenzialità e che, più di altri settori, hanno saputo rigenerarsi e riassestarsi, ma che necessitano di importanti processi industriali per proseguire in una politica di sviluppo e di riduzione dei divari fra
nord e sud del paese.
 
Proprio per questo, è necessario passare dalla ripresa allo sviluppo. Ciò richiede una accentuata crescita degli investimenti orientati tanto all’innovazione quanto al potenziamento delle infrastrutture, con effetti positivi sul consolidamento e sulla crescita dell'occupazione, soprattutto giovanile; investimenti che dovrebbero avere come obiettivi primari quelli di accrescere la competitività del “sistema Paese” e di colmare i profondi divari territoriali e l’arretratezza di alcune Regioni.
 
In questo quadro i servizi pubblici locali di natura industriale possono giocare un ruolo centrale come volano per la crescita delle economie territoriali, e non solo, e costituire quelle condizioni minime ma essenziali per il miglioramento della qualità della vita dei cittadini, da un lato, e dall’altro per il reinsediamento di attività produttive e ad alta tecnologia.
 
 
 
 

Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!