TAGLI CAF E PATRONATI  - UIL
Proietti e Roseto: Caf e Patronati offrono servizi che lo Stato non è in grado di svolgere
Il Parlamento elimini i tagli
caf_patronati.jpg
27/10/2015  | Sindacato.  

 

 

I tagli previsti nella Legge di Stabilità per i CAF e Patronati sono ingiustificati e inaccettabili. Negli ultimi anni sono stati fatti interventi che hanno già ridotto ingiustamente i compensi a questi due settori. I CAF e i Patronati ricevono un compenso che copre solo un terzo del costo industriale delle loro attività e ulteriori tagli renderebbero pressoché impossibile continuare a svolgere efficacemente i propri servizi.

 

I Patronati e i CAF svolgono un lavoro di alta qualità e professionalità per servizi ai cittadini che lo Stato italiano non è in grado di svolgere, contribuendo in maniera determinante all’ammodernamento della Pubblica amministrazione. I CAF e i Patronati, inoltre, come rilevano tutte le indagini demoscopiche, godono di oltre il 95% di apprezzamento e consenso degli utenti che a loro si rivolgono.

 

La UIL chiede al Parlamento di eliminare i tagli a questi due importanti strumenti al servizio della comunità, perché i primi a subirne le conseguenze sarebbero i cittadini più fragili e disagiati.

 

 

Roma, 27 ottobre 2015