TASI - Studio UIL Servizio Politiche Territoriali  - Guglielmo Loy
Per metà delle famiglie il conto potrebbe essere piu' caro dell'IMU 2012
tasi1_large.jpg
16/06/2014  | Fisco.  

 

 

A Cura della UIL Servizio Politiche Territoriali

 

 

TASI SI AVVICINA LA SCADENZA PER L’ACCONTO: PER IL 50% DELLE FAMIGLIE IL CONTO POTREBBE ESSERE PIU’ SALATO DELL’IMU DEL 2012

 

PER UNA CASA IN A/3 IL COSTO MEDIO DELLA TASI E’ DI 136 EURO A FRONTE DEI 111 EURO DELL’IMU NEL 2012; MENTRE PER UNA CASA IN A/2 SI PAGHERANNO 305 EURO A FRONTE DEI 334 EURO PAGATI CON L’IMU NEL 2012.

 

SONO 2.269 I COMUNI CHE HANNO PUBBLICATO LE ALIQUOTE TASI SUL SITO DEL MINISTERO DELL’ECONOMIA DI CUI 45 CITTA’ CAPOLUOGO

 

 

Tra ingorghi, difficoltà di calcolo, rinvii, si avvicina il 16 Giugno, data questa per il versamento dell’acconto della TASI in 2.269 Comuni (45 Città capoluogo di provincia), che hanno pubblicato le delibere sul sito del Ministero dell’Economia.

Sarà anche una prima verifica per sapere se la TASI alla fine sarà più o meno leggera dell’IMU pagata nel 2012.

Certo è difficile valutare il peso delle 2 imposte, perché la TASI a differenza dell’IMU non presenta detrazioni nazionali uguali per tutti, ma queste sono demandate ai singoli Comuni (la UIL calcola almeno 75 mila combinazioni diverse), tanto da poter parafrasare il detto “paese che vai detrazioni che trovi”.

In ogni caso, da una simulazione del Servizio Politiche Territoriali della UIL emerge che su 180 famiglie residenti nelle 45 Città capoluogo che hanno pubblicato le aliquote, per oltre il 50% di esse (52,8%), la TASI sarà più pesante di quanto pagato con l’IMU nel 2012.

 

Infatti, spiega Guglielmo Loy – Segretario Confederale UIL, attuando il “metodo del pagamento soggettivo”, dalle nostre proiezioni emerge, che per una casa accatastata in A/3 su 45 famiglie senza figli, per 23 di esse (il 51,1% del totale del campione), la TASI è più pesante dell’IMU. Per lo stesso immobile, ma con 1 figlio, la TASI è più pesante per 32 famiglie (il 71,1% del totale del campione).

Per un appartamento in A/2, su 45 famiglie senza figli, per 18 (il 40% del totale del campione), la TASI risulta essere più pesante dell’IMU 2012; mentre con 1 figlio la TASI è più pesante per 22 famiglie (il 48,9% del totale del campione). 

I calcoli  sono riferiti a una casa di 5 vani accatastata in A/3 (rendita 450 euro), abitata da una famiglia con reddito ISEE di 10 mila euro e a un appartamento (sempre 5 vani),   accatastato in A/2 (rendita 750 euro), abitato da una famiglia con reddito ISEE di 16 mila euro.

 

I calcoli tengono conto delle aliquote e delle detrazioni (TASI e IMU 2012), deliberate dalle singole città.

Secondo i risultati della simulazione,  a Mantova l’effetto dell’aliquota TASI al 2,4 per mille senza detrazioni e un IMU del 2012 con aliquota al 3 per mille, fa sì che per un immobile accatastato in A/3 una famiglia senza figli pagherà 154,64 euro in più dell’IMU; con 1 figlio pagherà 181,44 euro in più. A Novara la TASI è più pesante dell’Imu di 101,72 euro per una famiglia senza figli e di 151,72 euro per una famiglia con 1 figlio; a Frosinone, Pistoia, Udine e Vibo Valentia si pagheranno 86,60 euro in più senza figli e 136,60 euro in più con ...

 

 

Nel link sottostante lo studio completo in formato Pdf >>