OCCUPAZIONE  - Ivana VERONESE
Veronese: bene proroga CIG Covid, ora riforma degli ammortizzatori sociali
veronese_large.jpg
22/10/2021  | Sindacato.  

 

 

Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del cosiddetto Decreto Fiscale arriva finalmente la proroga della Integrazioni salariali con causale Covid per ulteriori 13 settimane per i settori dei servizi e del terziario e per 9 settimane per i settori industriali della moda e del tessile che più di altri stanno soffrendo della lunga coda della crisi dovuta alla pandemia.
 
Questi periodi di cassa permetteranno di arrivare sino alla fine di dicembre prossimo e accompagneranno le aziende nella fase di ripresa generalizzata che stiamo registrando nel nostro Paese.
 
È ora necessario dare un assetto definitivo alla riforma degli ammortizzatori sociali per mettere tutti i lavoratori e le lavoratrici nelle condizioni di poter contare su un sistema equo, inclusivo ed universale.Allo stesso tempo vanno però chiariti i confini della riforma delle politiche attive che si dovrà necessariamente affiancare a quella degli ammortizzatori.
 
Il PNRR ha messo a disposizione quasi 5 miliardi di euro in cinque anni, risorse che vanno spese per accrescere e migliorare i servizi dedicati alle migliaia di lavoratrici e lavoratori che dovranno essere ricollocati o accompagnati nella difficile transizione da un posto di lavoro ad un altro.La formazione diventerà una leva strategica e i fondi interprofessionali sono pronti ad attivarsi. Aspettano solo un cenno dal Governo
 
.Va infine portato a compimento il piano straordinario di rafforzamento dei nostri Centri per l'Impiego e le Regioni, che saranno destinatarie del Programma Nazionale Garanzia Occupabilità dei Lavoratori (GOL), devono fare la loro parte. Il Governo dovrà saper cogliere questa occasione straordinaria di crescita e sviluppo per creare nuova e buona occupazione per le tante persone che in questi ultimi due anni hanno sofferto la crisi dovuta all'emergenza sanitaria.
 
 
 
Roma, 22 ottobre 2022