SCUOLA  - PierPaolo Bombardieri
Bombardieri e Turi: sulla scuola chiediamo risposte e impegni per il futuro
Riparte il confronto con le Parti Sociali
Top_2021-03-16.jpg
16/03/2021  | Sindacato.  

 

 

DICHIARAZIONE DI PIERPAOLO BOMBARDIERI, SEGRETARIO GENERALE UIL E DI PINO TURI SEGRETARIO GENERALE UIL SCUOLA

 


Finalmente si cambia verso. Con l’incontro svoltosi, questa mattina, con il Ministro dell’Istruzione, riparte il confronto con le Parti Sociali che, in passato, era mancato.


Chiediamo risposte e impegni per il futuro. Sulla scia del Patto firmato con il Ministro Brunetta pensiamo sia opportuno arrivare a un accordo di programma di carattere generale che identifichi gli obiettivi di medio e lungo periodo.

 

La scuola può aiutare a superare le distanze sociali, geografiche e di genere. Ecco perché bisogna, innanzitutto, valorizzare la scuola pubblica e raccordare la crescita culturale, la formazione tecnica e professionale con quella del Paese, sapendo che c’è un tempo per l’emergenza e un tempo per il futuro.

 

Se raffrontiamo le scuole italiane con quelle degli altri Paesi, emerge che non siamo riusciti a raggiungere neanche uno degli obiettivi che il precedente Governo si era posto: non ci sono strutture in più né classi con meno ragazzi e non sono stati risolti i problemi dei docenti e dei precari.

 

Noi siamo per riaprire le scuole dal primo settembre , affrontando subito le questioni aperte. E poi c’è un tempo per il futuro, per valorizzare la scuola e potenziare le possibilità di crescita. L’investimento strutturale più importante è quello sulle persone.

 

Proponiamo, dunque, di definire un documento di carattere generale che identifichi gli obiettivi di medio e lungo periodo. Servono scelte coerenti che non dipendono solo da questo Ministero: parliamo di infrastrutture, di investimenti e di politica sanitaria.

 

Siamo pronti a stabilire un percorso che rilanci la scuola e la formazione.
 

 

Roma, 16 marzo 2021