Posizioni economiche

La scheda di sintesi

La sequenza ATA del 25 luglio 2008 completa, estende e rivaluta le posizioni economiche, destinate al personale con contratto a tempo interminato. In questo modo vengono stabilizzate sia le funzioni che la retribuzione aggiuntiva che diviene pensionabile. Si tratta di un sistema permanente e ricorrente che ricopre, per surroga, le nuove posizioni che si rendono disponibili per cessazioni e pensionamenti o per passaggio alle posizioni superiori.

Le prime posizioni
Attribuite al personale di area A e B, per lo svolgimento di attività lavorative complesse caratterizzate da autonomia operativa. Si tratta oltre 100.000 posizioni di cui circa 72.000 da 600€ per l’area A e di circa 28.800 per l’area B pari ad un importo di 1.200€. Le modalità per lo svolgimento dei compiti e delle mansioni assegnate sono determinate attraverso la contrattazione di scuola, nell’ambito della definizione generale dell’organizzazione del lavoro di tutto il personale. L’assistente amministrativo titolare della predetta posizione economica può sostituire il DSGA.

Le seconde posizioni
Destinate agli assistenti amministrativi e tecnici, per lo svolgimento di attività lavorative complesse caratterizzate da autonomia operativa. Si tratta di 12.000 posizioni, corrispondenti ad un importo annuo di 1.800 €, assegnate con decorrenza settembre 2009, attraverso procedure selettive.
II titolare di questa posizione è tenuto, per l’area amministrativa alla sostituzione del DSGA e per l’area tecnica alla collaborazione con l’ufficio tecnico.
Con l’accordo inoltre si prospettano nuove possibilità di aumento retributivo per altri lavoratori in quanto è previsto che il destinatario della seconda posizione, se titolare della prima (ex articolo 7), la lasci ad altri colleghi, con la medesima decorrenza economica.