29 Novembre 2017

Il confronto dà qualche frutto ma serve maggior impegno da parte del Miur

PROBLEMATICHE ATA

Nella giornata del 29 novembre è proseguito, presso il MIUR, il confronto tra le organizzazioni sindacali rappresentative del comparto istruzione ed i rappresentanti dell’amministrazione sulle questioni ATA, per individuare le possibili soluzioni. Per la UIL Scuola ha partecipato Antonello Lacchei.

Dando seguito agli impegni assunti con il Gabinetto del Ministro nelle precedenti riunioni si sono affrontati tre argomenti:
• posizioni economiche ata
• pagamento dell’indennità di ‘reggenza’ ai DSGA impegnati sulle scuole sottodimensionate
• funzioni SIDI per la dichiarazione dei servizi e la ricostruzione di carriera

La UIL Scuola, insieme alle altre organizzazioni ha chiesto:

Posizioni economiche
1. L’ attribuzione per surroga ai destinatari già in graduatoria, attraverso la formazione e la riattivazione delle procedure per la costituzione di nuove graduatorie
2. la piena attuazione dell’accordo siglato all’ARAN l’11 giugno 2014 col quale si prevede la corresponsione dell’una tantum per le posizioni economiche, assoggettate al blocco delle retribuzioni del 2011, percepite e da percepire. I rappresentanti del MIUR si sono impegnati a predisporre il testo di una intesa per le nuove posizioni e ad avviare una interlocuzione con NoiPA e con il MEF per la corresponsione dell’una tantum ai destinatari e per la quantificazione delle economie.

Indennità di ‘reggenza’ ai DSGA impegnati sulle scuole sottodimensionate
Per il 5 dicembre è prevista una riunione ad hoc presso la Direzione delle risorse finanziarie per sbloccare le annualità coperte dal CCNL specifico. In quella sede sarà affrontata anche la questione della copertura economica delle indennità per gli anni successivi al 2015.

Istanze Online – Dichiarazione dei Servizi e Ricostruzione di carriera
E’ stato richiesto un chiarimento sulla nota del MIUR che prevede la possibilità di presentare la dichiarazione dei servizi online tramite una funzione di Polis con la precisazione che le scuole devono accettare anche le dichiarazioni predisposte in forma cartacea. Il rappresentanti del Ministero si sono impegnati ad emanarla a breve. Nei prossimi giorni, a seguito di un incontro MIUR INPS si chiariranno inoltre le attribuzioni delle scuole in relazione alle pratiche di pensionamento. E’ stato inoltre riferito riferito della prossima realizzazione di un’interfaccia che permetterà di far dialogare i sistemi delle due amministrazione