22 Settembre 2017

Sbloccata una difficile vertenza ATA: salvaguardati i diritti contrattuali dei lavoratori

Il personale ATA rischiava di essere trattato in modo difforme da quanto prevede l’attuale contratto della scuola. Questo l’argomento trattato nell’incontro tra le organizzazioni sindacali e il Capo di Gabinetto, Dott.ssa Sabrina Bono.
Per la Uil nomine e supplenze nella scuola hanno regole complesse ma la burocrazia ministeriale rischiava di rendere tutto ancora più rigido e difficile.
Il MIUR non deve far prevalere la burocrazia delle “graduatorie” rispetto alle regole del contratto, sono diritti che non dialogano.
In attesa delle nuove graduatorie, che non ci sono e non potranno esserci a breve, è più semplice utilizzare quelle esistenti.
Col nuovo CCNL andranno delegificate tutte le procedure burocratiche che rendono difficile una gestione efficiente della scuola.
Nel corso degli incontri la UIL Scuola ha proposto di far valere per tutto l’a.s. 2017/18, attraverso una intesa, le graduatorie esistenti per poter conferire i contratti a tempo determinato.
L'Amministrazione ha comunicato alle organizzazioni sindacali di aver inviato un quesito al MEF inerente la possibilità di conferire nomine, ai sensi dell'art.59, fino all'avente titolo per autorizzare le ragionerie territoriali  a convalidare i relativi contratti.
Contestualmente ed in attesa della risposta da parte del MEF, il MIUR, invierà agli uffici scolastici regionali una nota che li autorizzerà a conferire nomine, ai sensi dell'art. 59, seppur fino all'avente diritto.
Nel corso dell’incontro la UIL Scuola ha rivendicato anche altri aspetti relativi al personale ATA: impossibilità di sostituzione del personale, piano straordinario di assunzioni,concorso DSGA.
Il piano straordinario di assunzione dovrebbe prevedere circa 6.000 nomine in più rispetto al turn-over, compresi i posti di DSGA; l’avvio dei concorsi per DSGA, riservati anche agli Assistenti Amministrativi senza titolo, che hanno svolto il ruolo di DSGA. 
Su questi aspetti il Capo di Gabinetto del MIUR ha condiviso le proposte sindacali e comunicato che è in corso una interlocuzione tra MIUR e MEF, per inserire la materia nella Legge di Bilancio, di prossima emanazione, al fine di individuare le giuste soluzioni.
A margine dell'incontro le parti hanno sottoscritto un verbale di intesa con il quale l'Amministrazione si impegna a dare applicazione all'articolo 59 del CCNL Scuola nel caso di nomine fino all'avente titolo, conferendo le nomine dalle graduatorie vigenti.
L'Amministrazione diffonderà in tal senso una apposita nota al fine di assicurare una applicazione uniforme sul territorio.
E' stato avviato l'iter presso la Ragioneria Generale dello Stato e si è convenuto di fissare un incontro in data 1 dicembre 2017 per verificare la consistenza numerica delle istanze presentate per esaminare il prosieguo della procedura.Inoltre, le parti hanno concordato, al fine di esaminare misure ed interventi riguardanti il personale ATA, di proseguire il dialogo in un apposito incontro da tenersi entro due settimane presso l'Ufficio di Gabinetto del MIUR.
Agli incontri hanno partecipato Pino Turi, Pasquale Proietti e Giuseppe D'Aprile.