31 Gennaio 2017

Presentate le 10 azioni di intervento

Programma Operativo Nazionale 2014-2020

Martedì 31 gennaio, la Ministra Valeria Fedeli, ha presentato presso la sala della Comunicazione del Miur, “l’avviso quadro” sul Pon Istruzione 2014-2020 il Programma Operativo Nazionale del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, intitolato “Per la Scuola - competenze e ambienti per l’apprendimento”, finanziato dai Fondi Strutturali Europei che contiene le priorità strategiche del settore istruzione e ha una durata settennale, dal 2014 al 2020.

Il PON “Per la scuola” è rivolto alle scuole di ogni ordine e grado di tutto il territorio nazionale, suddiviso in tre categorie: regioni meno sviluppate, in transizione e più sviluppate.

È articolato in 4 assi ciascuno con i propri obiettivi specifici:

“L’Asse 1 - Istruzione”punta a migliorare la qualità del sistema di istruzione, delle competenze favorendo l’ apprendimento permanente.

L’Asse 2 - Infrastrutture per l’istruzione” mira riqualificare le infrastrutture e potenziare le dotazioni tecnologiche.

L’Asse 3 - Capacità istituzionale e amministrativa” finalizzato al miglioramento della “governance” e alla promozione di un’Amministrazione Pubblica efficiente.

L’Asse 4 - Assistenza tecnica" è finalizzato a migliorare l’attuazione del Programma attraverso il rafforzamento della capacità di gestione dei Fondi di tutti i soggetti coinvolti.

A questo “avviso quadro” seguiranno 10 avvisi specifici, preceduti da un percorso di ascolto, incontri e audizioni collegiali, per renderli maggiormente aderenti alle esigenze delle scuole e del Paese.
Grande attenzione, in ottica trasversale verrà data in ottica trasversale alle azioni su:

  • Sviluppo sostenibile chiaramente inteso non solo come impatto ambientale, ma come inclusività, coesione sociale, lotta alle discriminazione di genere e territoriali;
  • Cittadinanza globale fondata sulla consapevolezza  e responsabilità  in relazione al proprio luogo di crescita e l’ interdipendenza con il mondo globale;
  • Integrazione accoglienza anche dando valore alla storia dei nostri territori
  • Educazione alla imprenditorialità….. promozione della capacità soggettiva, proprietà Intellettuale.
  • Alternanza scuola-lavoro, legalità, economia circolare, reti nel territorio.
  • Orientamento
  • Formazione per adulti.

Su singoli avvisi possono esserci approcci diversi ad esempio anche un coinvolgimento di alunni e  genitori fin dalla progettazione con modelli compartecipati  di responsabilizzazione.

Cronoprogramma
Gli avvisi partiranno dal 20 di febbraio per concludersi il 10 aprile, apposite commissioni nazionali o regionali valuteranno i progetti che le scuole potranno avviare entro l’inizio del prossimo anno scolastico.