Telecomunicazioni  - UIL
Tele/Comunicazioni
Concorrenza/mercati
29/11/2012  | Sindacato.  

 

Concorrenza

 

L’Italia è competitiva

L'Italia è 1° per presenza e qualità dei distretti industriali, 48°esima per competitività mondiale, 118° per efficienza del mercato del lavoro, 130° per scarsa flessibilità nel fissare i compensi, 129° per pratiche di licenziamento, 119° per fiducia nel management, 124° per rapporto stipendio- produttività, 23° per sofisticazione del business, 13° per quantità dei fornitori locali (Global Competitiveness Report Wef - World Economic Forum, Ginevra). I migliori tre sono Svizzera, Svezia e Singapore

Secondo la classifica Unctad- Wto, che misura la competitività del commercio internazionale, l’Italia è 2° dietro la Germania. L’Italia è 1° nei comparti tessile, abbigliamento, cuoio-calzature; 4° nella meccanica non elettronica ed in quella elettrica, nel manifatturiero e nei prodotti miscellanei. Solo ltalia, Cina, Corea, Giappone e Germania sono paesi G20 con surplus manifatturiero.

 

Mercati rilevanti

Nel diritto della concorrenza, il mercato rilevante definisce se due o più prodotti siano intercambiabili o sostituibili dal consumatore in ragione delle caratteristiche del prodotto, prezzi e loro destinazione, beni di sostituzione e se costituiscano un distinto mercato per l'analisi della concorrenza. Il mercato geografico rilevante comprende l'area nella quale sono coinvolte le imprese interessate nella fornitura di prodotti o servizi e in cui le condizioni di concorrenza sono sufficientemente omogenee.

 

Settori economici essenziali

Settori economici erogatori di servizi essenziali ed indispensabili con prestazioni garantite, con diritto di sciopero regolato

Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!