Telecomunicazioni  - UIL
Agenda digitale
28/11/2012  | Sindacato.  

 

Italia perde 5%

Budget VII Programma Quadro UE 53,27 miliardi (2007-13)
ItaliavsUE paga 13,4% ottiene 8,5%
60% innovazione 18% ambiente 8% tlc 8% energia,4% nucleare, 2% cooperazione

Information Society

L'Europa regola le frequenze della comunicazione mobile

Lo spettro radio è una risorsa essenziale per le comunicazioni mobili che creano servizi in settori diversi: trasporto, sicurezza e ambiente oltre le semplici tlc Servizi che valgono €200 miliardi l’anno L’Europa intende governare lo spettro radio che è risorsa non infinita. Bruxelles ha stabilito un meccanismo per l’adozione di norme tecniche di armonizzazione per la convivenza di GSM (cellulari), 3G (internet mobile Umts) e 4G, (LTE e WiMax) che entro il 2011 devono essere adottati negli ordinamenti nazionali.

I temi europei de La Società dell'informazione sono:

 

Dalla Information Society alla Digital Agenda

Sei gli assi principali e sei i gruppi di lavoro

Ordine del giorno Camera inserisce l'agricoltura nell'agenda digitale italiana

tabella

Formata la task force per individuare misure utili alle start up innovative: coordinata da Alessandro Fusacchia, consigliere del Ministro Passera, è costituita da Paolo Barberis; Selene Biffi; Giorgio Carcano; Annibale D’elia; Luca De Biase; Andrea Di Camillo; Riccardo Donadon; Mario Mariani; Massimiliano Magrini; Enrico Pozzi;  Giuseppe Ragusa e Donatella Solda-Kutzmann.. Consultazione pubblica sulle aree tematiche: "infrastrutture e sicurezza", "eCommerce", “Alfabetizzazione digitale e Competenze digitali", "eGovernment", "ricerca & innovazione" e "smart cities & communities", aperta a tutti scrivendi a info@agendadigitale.it fino all’11 maggio. Entro giugno partirà ‘Digitalia’, “un pacchetto di spinta” alla digitalizzazione delle imprese e del sistema Paese.

- 1993 Delors nel rapporto Libro bianco su crescita, competitività e occupazione sostituisce lo slogan Usa “autostrade dell’informazione” con “Società dell’Informazione” Seguono 10 proposte d’azione del Rapporto Bangemann (telelavoro, e-learning, rete transeuropea delle Pubbliche Amministrazioni, E-health, l’IT per traffico stradale e aereo)
- 1994 nasce l’Ufficio Europeo per la Società dell’Informazione. Libro Verde sull’Innovazione “Vivere nella Società dell’Informazione”con l’Iniziativa Interregionale IRISI
- 1995 Forum Europeo per la Società dell’Informazione
- 1997Libro Verde su Convergenza delle Telecomunicazioni, dei Media e della Tecnologia dell’Informazione
- 1999 Libro Verde su L’Informazione nel Settore Pubblico ; Rapporto 1999 del Forum Europeo per la Società dell’Informazione. Nasce DG Imprese & Società dell'Informazione. (Precedentemente le competenze erano di Politiche mediterranee, Allargamento e Informazione; poi Industria, Tecnologia dell'Informazione e Scienza e Ricerca, poi Audiovisivo, Informazione e Comunicazione e Affari Culturali, poi Affari Industriali e Tecnologia dell'Informazione e delle Telecomunicazioni. )
- 2000 Piano e-Europe 2002
- 2002 DG Società dell'Informazione diventa Direzioni Generali per la Società dell’Informazione ed i Media; Piano eEurope 2005, (e-Government, e-Learning, e-Health, BB-Broadband)
- 2004 DG Società dell'Informazione e Mezzi di Comunicazione
- 2005 Piano i2010 Società Europea dell’Informazione 2010
- 2010 UE DG Agenda digitale La DG Agenda digitale governa il programma attuativo dell’IS
- Direzione generale della Società dell'informazione
- Archivio IS

Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!