Pari Opportunità  - 
In Marocco anche le donne potranno trasmettere la nazionalità a mariti stranieri
marocco-matrimoni-nome.jpg
19/03/2018  | PariOpportunità.  

 

Il ministro della Famiglia annuncia all’Onu che in Marocco è in atto una rivoluzione sociale: prossimamente anche le donne potranno trasmettere la nazionalità ai mariti stranieri.

 

A New York, nel corso di una seduta all’ Onu della Commissione sulla condizione della donna il ministro Bassima Hakkaoui, titolare del dicastero della Famiglia e della solidarietà, ha annunciato dei cambiamenti in materia di diritto di famiglia. "Il Marocco lavora per dare nuove opportunità alle donne" ha dichiarato il ministro del Pjd, il partito della giustizia e dello sviluppo. Questa "rivoluzione sociale" annulla l'articolo 10 del vecchio codice che assegna all'uomo la priorità per la trasmissione di nazionalità.

 

È dal 2007 che il Re del Marocco ha incentivato un nuovo modello di sviluppo del paese riguardante i diritti. Nel 2015, anno dell'ultimo censimento degli stranieri, sono stati oltre 30 mila i bambini nati da madre marocchina e padre straniero ad aver ottenuto la nazionalità: una concessione che presto diventerà diritto. Il testo di legge, depositato alla Commissione parlamentare di Giustizia prevede che il coniuge straniero possa ottenere la nazionalità marocchina dopo cinque anni di residenza regolare ed effettiva in Marocco, accanto a sua moglie.

Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!