Pari Opportunità  - 
A Bruxelles si è svolta la riunione del Comitato Donne ETUC
etuc04122017.jpg
04/12/2017  | PariOpportunità.  

 

Grande attenzione è stata data, inoltre, al tema del work-life balance, sostenendo il ruolo della contrattazione collettiva quale strumento per regolare il fenomeno. Sul tema, ovviamente, c’è una grande opposizione della parte datoriale che vede con preoccupazione solamente il lato di un eventuale aumento dei costi.

 

E’ stata approvata, durante la scorsa Conferenza di Organizzazione della ETUC, un’importante mozione che costituisce un ulteriore passo verso la parità di genere all'interno delle organizzazioni sindacali che ne fanno parte. Tale mozione prevede che, al prossimo congresso dell'ETUC, le organizzazioni dovranno partecipare con una delegazione paritaria. Al fine di evitare che quanto prescritto rimanga una mera enunciazione di un principio, è stato stabilito che chi non adempierà alla disposizione sarà destinatario di una sanzione.

 

Da notare anche che l’ European Institute for Gender Equality (Eige) ha, di recente, lanciato un nuovo indice statistico composito che misura la situazione delle pari opportunità in ciascuno dei paesi dell’ Unione Europea. Il nostro paese, allineato sulla media UE per quel che riguarda il valore totale dell’ indice, mostra un miglioramento sul tema della presenza delle donne in politica ed in economia e su quello dell’ istruzione mentre cala nel campo della formazione continua con particolare riguardo alle donne immigrate.

 

Si è notato anche che, nel nostro paese, le donne continuano a non scegliere facoltà universitarie scientifiche (registrando un aumento di presenze del solo 2% in dieci anni), escludendosi, quindi, dalle professioni che determinano maggiore aspettativa di guadagni futuri.

Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!