PENSIONI  - Domenico PROIETTI
Proietti: insufficiente proposta del governo per superare disparità di genere
Introdurre flessibilità nell’età di accesso e migliorare i trattamenti pensionistici
inps2a_large_1.jpg
08/09/2017  | Previdenza.  

 

 

La proposta del governo per superare le disparità di genere che penalizzano le donne nella previdenza è minimale e insufficiente perché riguarderebbe un numero limitatissimo di lavoratrici.

Per la Uil bisogna introdurre una flessibilità nell’età di accesso alla pensione e migliorare i trattamenti pensionistici.

Per una reale flessibilità occorre prevedere 12 mesi di anticipo rispetto all’età legale per l’accesso alla pensione di vecchiaia per tutte le lavoratrici che abbiano avuto o adottato un figlio. Tale anticipo va accresciuto di 4 mesi per ogni figlio oltre il primo, fino a un massimo di 2 anni. Contemporaneamente va ridotto l´importo soglia per l’accesso alla pensione contributiva anticipata a 63 anni e 7 mesi. Questo importo deve scendere da 2,8 ad almeno 2 volte l’assegno sociale.

Per migliorare i trattamenti pensionistici va valorizzato il lavoro di cura prestato prevedendo una maggiorazione per i periodi di congedo per maternità, dentro e fuori il rapporto di lavoro, aumentando del 50% i contributi accreditati per questi periodi portando da 1 ad 1,5 volte la loro valutazione.

 

 

Roma, 8 settembre 2017

 

Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!