INCONTRO  - Paolo CARCASSI
Carcassi: Costituiti i Fondi Interprofessionali per la formazione continua
Origine dei Fondi é derivata dal fallimento della precedente gestione pubblica
formazione-occupabilita.JPG
02/07/2015  | Sindacato.  

 

Le Parti Sociali che hanno costituito i Fondi Interprofessionali per la formazione continua hanno illustrato oggi al Ministero del Lavoro una posizione comune sulle modifiche che vengono ipotizzate per i Fondi nello schema di decreto ministeriale per il riordino delle politiche attive del lavoro, delegato dal Jobs Act.

 

Tutta una serie di elementi – afferma Paolo Carcassi Responsabile della Bilateralità UIL – disseminati nei vari articoli delineano un quadro complessivo che muta in modo netto la funzione e lo status dei Fondi, nel senso della loro pubblicizzazione e della adozione delle regole pubblicistiche nello svolgimento delle attività.

 

Ciò nonostante che l’origine dei Fondi sia derivata dal fallimento della precedente gestione pubblica dello 0,30 e i Fondi crescano sempre più ogni anno con la loro attività sino ad arrivare a coprire oltre 9,5 milioni (l’83%) di lavoratori, con sempre più piani formativi e lavoratori formati ogni anno.

 

La posizione comune di tutte le Parti (sia Cgil Cisl Uil, che datori di lavoro) significa – conclude Carcassi - la forte volontà di impedire, adottando i necessari cambiamenti al decreto delegato, che un elemento positivo e di successo per la crescita dei lavoratori e delle aziende abbia appesantimenti che ne snaturino la funzione e ne mortifichino il ruolo, fondamentale in un momento di crisi, quale quello che siamo vivendo.

<p> 1)Sciopero: metalmeccanici di Cgil Cisl e Uil in piazza a Napoli, Firenze e Milano  </p>
<p> 2)Contratti: Pirani, al via trattative rinnovo CCNL gas e acqua </p>
14/06/2019: News UIL. Le notizie della UIL

1)Sciopero: metalmeccanici di Cgil Cisl e Uil in piazza a Napoli, Firenze e Milano

2)Contratti: Pirani, al via trattative rinnovo CCNL gas e acqua

Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!