CLIMA  - Silvana ROSETO
Dall'Accordo di Parigi alla Conferenza di Marrakech
Roseto: Insistere su un mondo più pulito e uno sviluppo sostenibile
ambiente-cambiamentoclima.jpg
10/11/2016  | Ambiente.  

 

 

Da qualche giorno si è aperta, a Marrakech in Marocco, la Conferenza ONU sul cambiamento climatico (COP 22), che terminerà il 18 novembre e che dovrebbe portare a una presa di posizione – vincolante a livello internazionale – su modi e tempi di attuazione dell’Accordo di Parigi dello scorso anno. Ma all’indomani dell’elezione di Donald Trump quale nuovo Presidente USA, il cui programma politico esprime forte contrarietà all’Accordo di Parigi, si evidenzia grande preoccupazione sull’esito della Conferenza.

 

Le delegazioni sindacali di tutto il mondo parteciperanno attivamente alle discussioni in sede di Conferenza, sulla base di un documento della Confederazione Internazionale dei Sindacati sottoscritto all’unanimità, e già oggetto di vari confronti – nei mesi precedenti – con Istituzioni politiche di governo e territoriali, Associazioni ambientaliste e del terzo settore, Istituzioni culturali e scientifiche, ecc.

 

“Anche il contributo della UIL - dichiara la Segretaria Confederale UIL Silvana Roseto - sarà, come sempre, attivo e propositivo dal momento che l’Accordo contiene, fra i principi fondamentali da realizzare, la strategia sindacale di una transizione giusta per un mondo sempre più decarbonizzato, solidale e pacifico”.

 

 

Roma, 10 novembre 2016

Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!