Carmelo Barbagallo: comunicato Stampa del 22/11/2017
Barbagallo: «se l'Europa protesta qualche risultato sulle pensioni lo abbiamo ottenuto»
Barbagallo: «se l'Europa protesta qualche risultato sulle pensioni lo abbiamo ottenuto»
22/11/2017  | Previdenza.  

 

 

Se il vicepresidente della Commissione europea, Valis Dombrovskis, chiede al governo italiano di non fare altri passi indietro sulla riforma delle pensioni, vuol dire che qualche risultato nel confronto con il Governo lo abbiamo davvero ottenuto. Anzi, la Uil avrebbe voluto che se ne fossero fatti altri di passi e ci stiamo già attrezzando affinché ciò accada in futuro: la Fornero è una legge iniqua e va smontata pezzo dopo pezzo. Comunque, l’Europa stia tranquilla: il nostro sistema previdenziale è assolutamente sostenibile. Piuttosto, visto che sono così attenti agli equilibri tra gli Stati si preoccupino di chiedere al nostro Paese di separare la previdenza dall’assistenza così come già accade in altri Paesi europei. Se si considerasse la sola spesa previdenziale netta, l’incidenza sul Pil scenderebbe all’11%, con una spesa pensionistica pro capite inferiore di oltre 1.000 euro a quella di Francia e Germania e, comunque, inferiore alla media europea. Insomma, nella realtà, siamo più penalizzati di quanto vogliono fare apparire.

           

 

   Roma, 22 novembre 2017   

Terzo incontro tra CGIL CISL UIL e il Premier Giuseppe Conte a Palazzo Chigi. Due i temi al centro del confronto odierno: lavoro e welfare.
05/08/2019: Conte-Sindacati. Lavoro e welfare i temi al tavolo del confronto

Terzo incontro tra CGIL CISL UIL e il Premier Giuseppe Conte a Palazzo Chigi. Due i temi al centro del confronto odierno: lavoro e welfare.

Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!