ISTAT  - Ivana VERONESE
Veronese: complesso miglioramento sul fronte lavorativo, ma probabili ripercussioni dopo DL Dignità
istat5_large.jpg
12/09/2018  | Occupazione.  

 

 

I dati di stock sull’occupazione, riferiti al II trimestre 2018, rilevano un complesso miglioramento sul fronte lavorativo se ci fermiamo a osservare il solo aspetto “quantitativo” della crescita dell’occupazione e della diminuzione delle persone in cerca di occupazione e degli inattivi.

 

È sicuramente un primo passo e un buon segnale ma, a nostro dire, ciò che maggiormente occorre analizzare è che tipo di occupazione si è creata: l’elemento “qualitativo” dell’occupazione è determinante per comprendere lo stato di benessere del nostro mercato del lavoro e dei lavoratori.

 

Sotto questo aspetto, preoccupano i dati sulla flessione dell’occupazione a tempo indeterminato e sulla forte crescita di quella a termine. Altro elemento di criticità è l’incremento del part-time involontario e la riduzione delle ore lavorate per dipendente.

 

Questi dati e riflessioni sono a legislazione invariata. Presteremo particolare attenzione all’analisi dei dati del mercato del lavoro successivi all’entrata in vigore del Decreto Dignità che avrà probabili ripercussioni sulle assunzioni a termine.

 

 

Roma, 12 settembre 2018

 

 

Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!