INAIL  - Silvana ROSETO
Roseto: creare una sinergia per prevenire gli incidenti sul lavoro
sicurezza_sicurezza-casco-big.jpg
27/06/2018  | Salute.  

 

 

Nella giornata odierna, alla presenza del Ministro del Lavoro e dello Sviluppo Economico Luigi Di Maio, si è tenuta la presentazione della Relazione Annuale dell´Inail del Presidente Massimo De Felice, in cui sono stati presentati i dati degli infortuni e malattie professionali accaduti in Italia nell’anno 2017.

 

Nel 2017, secondo l’Inail, sono state registrate circa 641 mila denunce di infortuni, con un leggero calo dello 0,08% rispetto all’anno precedente. Di queste, l’Istituto ne ha riconosciute circa 417 mila.

 

Per quel che riguarda gli infortuni mortali, le denunce sono state 1.112 (nel 2016 erano 1142). Gli infortuni accertati sono 617 con una riduzione rispetto all’anno precedente del 2,8%. Le malattie professionali accertate sono state circa 58mila (circa duemila in meno rispetto al 2016).

 

Una situazione sicuramente non troppo positiva per il 2017, con un calo troppo irrisorio dei dati su infortuni e malattie e assolutamente negativo per i primi dati del 2018.

 

Importante è, infatti, l’analisi parziale effettuata sugli infortuni mortali nei primi quattro mesi del 2018 che ha riscontrato un aumento rispetto allo stesso periodo del 2017.

 

Questi dati indicano che le Istituzioni devono fare di più, anche con il coinvolgimento delle parti sociali, per attuare iniziative comuni in termini di prevenzione.

 

Condividiamo le proposte del Presidente dell’Inail sulle possibili attività future, in termini di maggiore supporto delle Istituzioni alle imprese, maggiore cooperazione, con attività specifiche per le piccole e medie imprese.

 

Proposte che come Uil facciamo da anni e che potrebbero veramente dare un forte impulso alla prevenzione nel nostro Paese.

 

Sarebbe opportuno, inoltre, che il Governo e il Ministero del Lavoro facessero proprie queste proposte per poter programmare insieme le attività urgenti e frenare questa strage di lavoratori.

 

 

 

Roma, 27 giugno 2018

 

Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!