PENSIONI  - Domenico PROIETTI
Proietti e Turi: da Miur ritardo inaccettabile su Ape sociale
ape-social-proietti-medium.jpg
12/02/2018  | Previdenza.  

 

 

DICHIARAZIONE DI DOMENICO PROIETTI, SEGRETARIO CONFEDERALE DELLA UIL,

E DI PINO TURI, SEGRETARIO GENERALE DELLA UIL SCUOLA

 

La circolare emanata dal Miur che regola l´accesso all´Ape, con oltre sei mesi di ritardo, solo in parte risponde ai problemi aperti per i lavoratori del settore scolastico. Viene, infatti, chiarita la modalità di dimissione di chi è già risultato idoneo nel 2017 stabilendo che questi potranno accedere all´Ape dal 1° settembre 2018. Un ritardo inaccettabile che procrastina di oltre un anno l’Ape per chi ne ha diritto danneggiando proprio quelle categorie ritenute meritevoli di tutele.

 

Ora il Miur non perseveri nell´errore e stabilisca in tempi brevissimi delle modalità che consentano l´accesso all’Ape dal 1° settembre 2018 a chi farà domanda quest´anno, prevedendo eventualmente delle dimissioni con riserva, che sarà sciolta a giugno con la pubblicazione della graduatorie. Questo sarebbe un modo efficace per garantire il diritto alla prestazione a chi ne ha diritto rispettando le necessità organizzative del settore, evitando di protrarre una discriminazione che penalizza gravemente i lavoratori della scuola riducendo di fatto la durata dell´Ape. 

 

 

Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!