PENSIONI  - Domenico PROIETTI
Proietti: «Così non va»
«Dopo mesi di confronto il Governo ha fatto marcia indietro anche sulle pensioni di giovani e donne»
pensioni-precoci-proietti-big.jpg
17/10/2017  | Previdenza.  

 

 

“Sulla previdenza così non va.  La Legge di Bilancio manca l’obiettivo di continuare a reintrodurre principi di equità e giustizia nel sistema previdenziale. Dopo mesi di confronto con i sindacati il Governo ha fatto marcia indietro anche sulle proposte che aveva presentato relative alle pensioni dei giovani e delle donne.”

 

Lo ha detto il Segretario confederale della Uil, Domenico Proietti, a margine di un seminario sul riformismo organizzato presso la sede del sindacato di via Lucullo. “Inaccettabile – ha continuato Proietti -  è l’idea di voler applicare il legame all’aspettativa di vita che porterebbe l’età di accesso alla pensione a 67 anni che la Germania raggiungerà solo nel 2030. Questo sarebbe un accanimento insopportabile nei confronti dei lavoratori e delle lavoratrici e continuerebbe a bloccare il turn over nel mercato del lavoro con grave danno per i giovani.

 

La UIL insieme a tutto il sindacato è impegnata a far valere la realistica proposta di congelare questo adeguamento ed esaminare settore per settore il reale incremento dell’aspettativa di vita che negli ultimi anni secondo tante autorevoli fonti è addirittura diminuito.”

 

 

Roma, 17 ottobre 2017

 

 

Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!