INVECCHIAMENTO PA  - Antonio FOCCILLO
Foccillo: L’età media molto alta nella PA è frutto del blocco del turn over
pubblica_amministrazione7.jpg
14/07/2017  | Pubblico_Impiego.  

 

 

I dati del rapporto Ocse “Government at a Glace” purtroppo non ci sorprendono ed anzi non fanno che confermare quanto in più occasioni, come UIL, abbiamo lamentato.

 

L’invecchiamento della popolazione lavorativa nella PA è l’ovvio risultato dei lunghi anni di blocco del turn over, che non hanno fatto altro che alimentare fenomeni patologici di precariato. Una stagione, però, che, grazie all’accordo del 30 novembre e soprattutto grazie al ruolo svolto dalla UIL, giungerà al termine con la stabilizzazione di tanti precari e, finalmente, con lo sblocco del turn over che permetterà di abbassare, di conseguenza, l’asticella dell’età media dei nostri pubblici dipendenti.

 

Lo sguardo dell’Ocse si è rivolto anche ai livelli di retribuzione medi dei pubblici dipendenti. Facciamo presente, però, come queste rilevazioni comprendano anche personale non contrattualizzato, quali i dirigenti. Pertanto è il caso di sottolineare con forza la netta distinzione rispetto ai dipendenti pubblici contrattualizzati, tutt’altro che strapagati.

 

Al contrario, è essenziale, recuperare quanto prima quel potere d’acquisto perduto dopo otto anni di mancati rinnovi contrattuali, ed è questo l’obiettivo che ci porremo con la vicina apertura dei tavoli di rinnovo contrattuale in Aran. Bisogna chiudere i contratti al più presto e bene!

 

 

Roma, 14.07.2017

 

 

Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!