PUBBLICO IMPIEGO  - Antonio FOCCILLO
Foccillo: 3mila euro in meno per mancata contrattazione
Stipendi ridotti del 10%
pubblicamministrazione1_medium.jpg
15/01/2016  | Pubblico_Impiego.  


 

 

I dati diffusi dalla Ragioneria generale dello Stato confermano le nostre analisi e le nostre preoccupazioni non solo sulla perdita del potere d'acquisto degli stipendi dei lavoratori del pubblico impiego, ma anche sulla riduzione del loro salario netto.

 

Una condizione che, purtroppo, quando ci saranno dati ufficiali, risulterà ulteriormente peggiorata nel corso del 2015. Secondo nostri calcoli, non solo c'è stato un mancato aumento di circa 3mila euro medi a causa del blocco della contrattazione, ma ci sarà anche, complessivamente e mediamente, una perdita del 10% dello stipendio.

 

Il blocco del turn over, poi, ha fatto il resto. Niente aumenti salariali, nessun incremento dell'occupazione nonostante i proclami del Governo, niente staffetta generazionale.

 

Una pubblica amministrazione, dunque, che si impoverisce rendendo così difficile soddisfare la domanda di servizi efficienti che, giustamente, rivendicano tutti i cittadini. 

 

 

 

Roma, 15 gennaio 2016

 

Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!