CENTRI PER L’IMPIEGO  - UIL
Documento UIL - Audizione XI Commissione Senato
occupazione_large.jpg
13/07/2018  | Occupazione.  

 

Audizione presso la 11a Commissione del Senato
(Lavoro pubblico e privato, previdenza sociale)
Indagine conoscitiva sul funzionamento dei servizi pubblici per l'impiego in Italia e all'estero.
 
 
 
Premessa
 
 
Il processo riformatore avviato con la legge delega 183/2014, il c.d. Jobs Act, ha caratterizzato e per certi versi monopolizzato il dibattito politico ed il confronto con le parti sociali di questi ultimi anni.
 
 
L’obiettivo del legislatore era quello di rendere più flessibile (sia in “entrata” che in “uscita”) il nostro mercato del lavoro, “rafforzando” allo stesso tempo gli ammortizzatori sociali (ampliamento della platea destinatari), ma soprattutto realizzando un nuovo e “rivoluzionario” assetto normativo in materia di politiche attive per il lavoro che fosse in grado di gestire in maniera efficace ed efficiente le transizioni da un posto di lavoro all'altro: favorendo la ricollocazione e la riqualificazione dei disoccupati e recuperando i tanti ritardi accumulati negli anni.
 
 
In buona sostanza il D.lgs.150/2015 (Disposizioni per il riordino della normativa in materia di servizi per il lavoro e di politiche attive) diventa uno snodo di vitale importanza nell’impostazione circolare che il legislatore ha immaginato per il Jobs Act: flessibilità in entrata – flessibilità in uscita – ammortizzatori sociali- politiche attive per il lavoro.
 
 
Un punto di snodo la cui corretta implementazione, accompagnata da una robusta crescita economica, avrebbe dovuto rendere esigibili i principi della flessicurezza che sono alla base della riforma e che postulano una protezione del lavoratore non più sul posto di lavoro ma all’interno del mercato del lavoro.
 
 
A quasi tre anni dalla entrata in vigore della riforma i risultati...

 

 

>>>> NEL LINK SOTTOSTANTE            Il documento completo in PDF

 

 

 

 

Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!