GIORNATA INTERNAZIONALE DISABILITà  - Silvana ROSETO
Roseto: «Sollecitiamo ancora una volta la politica a dare un segnale concreto e costante affinché nessuno resti indietro»
disabilita10.jpg
03/12/2019  | Diritti.  

 

 

“Valorizzare le persone con disabilità e garantire inclusione ed equità” è il tema che le Nazioni Unite hanno scelto per celebrare il 3 dicembre, giornata internazionale delle persone con disabilità.

 

Apprezziamo il tema scelto dalle Nazioni Unite poiché crediamo fermamente che, oltre a garantire con risorse adeguate diritti e sostegno alle persone disabili, occorre una piena e più ampia partecipazione sociale nel superare la logica del disabile come privo di capacità, sostenendo invece che si tratta di persone in grado di arricchire l’intera comunità. Il valore delle persone con disabilità si affronta con una buona assistenza sanitaria, con servizi sociali di qualità e con l’inclusione sociale in tutti i processi della vita: scuola, lavoro, sport, socialità e condivisione.

 

Sulla disabilità, nel nostro Paese, ci sono temi devono essere ancora affrontati. Tra questi il welfare locale, martoriato e reso inefficace, che lascia alle famiglie il carico della cura e dell’assistenza; un’inclusione scolastica da colmare e migliorare; barriere architettoniche che non vengono definitivamente superate; il diritto al lavoro come cardine per l’autonomia e la dignità ancorato a sistemi pregiudiziali ed, infine, il tema delle molestie e della violenza sulle ragazze e donne con disabilità. La lista potrebbe essere infinita, c’è quindi ancora molto da fare.

 

Come UIL siamo impegnati a proseguire il lavoro nei tavoli e presso l’Osservatorio Nazionale, a fare rete con le Associazioni e la società civile. Sollecitiamo ancora una volta la politica a dare un segnale concreto e costante per affrontare i bisogni delle persone con disabilità, con solidità e certezze affinché nessuno resti indietro e nessuna dignità venga calpestata.

 

 

Roma, 3 dicembre 2019

 

 

Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!