PUBBLICO IMPIEGO  - Carmelo Barbagallo
Barbagallo: «Senza risposte sul contratto, siamo pronti allo sciopero»
top131119.jpg
13/11/2019  | Pubblico_Impiego.  

 

 

Ridare valore al pubblico impiego. I sindacati del comparto della UIL dicono basta e senza risposte da parte del Governo incroceranno le braccia. È quanto è emerso, nella mattinata di discussione dell’Attivo dei quadri e dei delegati delle categorie del pubblico impiego della Uil (Uilpa, Uil Fpl e Uil Scuola Rua), convocato per fare il punto sulle problematiche della P.A., a partire dalla questione del rinnovo dei contratti collettivi di lavoro.

 

All’Attivo hanno partecipato il Segretario generale della Uil, Carmelo Barbagallo, il Segretario generale aggiunto, Pierpaolo Bombardieri, il Segretario confederale, Antonio Foccillo, e i leader delle categorie Uilpa, Nicola Turco, Uil Fpl, Michelangelo Librandi e Uil Scuola Rua, Pino Turi.

 

La mobilitazione dei comparti pubblici, dunque, continua. “Siamo già in ritardo – ha detto Barbagallo ai delegati – e non possiamo permettere che passi un altro anno inutilmente. È necessario ridare valore al lavoro pubblico, attraverso aumenti contrattuali dignitosi, utili a migliorare la qualità dei servizi e a contribuire al rilancio dell’economia del Paese.”

 

Per Barbagallo il sindacato non può restare a guardare, con le mani in mano. Ed è per questo che dall’assemblea di questa mattina è partita la richiesta a Cgil e Cisl di attuare tutte le azioni necessarie perché si rinnovino i contratti e si renda la P.A. efficace ed efficiente.

 

 

 

Roma, 13 novembre 2019

 

 

Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!