ISTAT  - Ivana VERONESE
Veronese: dati sull’economia non osservata sono allarmanti
Rafforzare i controlli per restituire le necessarie tutele e diritti alle lavoratrici e lavoratori
Istat-big1234509876.jpg
15/10/2019  | Occupazione.  

 

 

I numeri sull’economia non osservata, diffusi oggi dall’Istat, sono a dir poco allarmanti. Si parla di una stima pari a 211 miliardi di euro tra economia sommersa ed attività illegali nel 2017.

 

Sono stime che lanciano un chiaro segnale: occorrono maggiori controlli. Per quanto riguarda nello specifico il sommerso economico derivante da lavoro irregolare, questo assorbe circa 79 miliardi di euro equivalenti al 37,3% delle risorse non dichiarate.

 

Molto preoccupante il dato assoluto delle unità di lavoro irregolari pari a 3,7 milioni, un numero molto alto che diventa maggiormente critico in presenza di un aumento rispetto all’anno precedente, e con una prevalenza di irregolarità registrate nel mondo dei lavoratori dipendenti, soprattutto nei servizi alle persone.

 

La lotta al lavoro nero ed irregolare, a partire dal fenomeno del caporalato, non può quindi che essere una delle priorità da affrontare attraverso un rafforzamento dei controlli volti a restituire le necessarie tutele e diritti alle lavoratrici e lavoratori, ma anche in funzione di una diminuzione della pressione fiscale e maggiori servizi per la collettività derivanti dal recupero delle risorse non dichiarate.

 

 

Roma, 15 ottobre 2019

 

 

Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!