PENSIONI  - Domenico PROIETTI
Proietti: bene la riapertura del confronto, ora dare risposte a lavoratori e pensionati
Proietti_pensionati.jpg
11/10/2019  | Previdenza.  

 

 

Dichiarazione di Domenico Proietti, Segretario confederale UIL

 

 

Grazie all’azione unitaria di Cgil, Cisl e Uil, il Governo ha riattivato il tavolo sulla previdenza, tema non previsto né nel programma di Governo né nella nota di aggiornamento al DEF. A fronte di un positivo momento di ripresa del confronto, tuttavia non rileviamo scelte e impegni chiari nei riguardi della previdenza. È quanto ha sottolineato il Segretario confederale della UIL, Domenico Proietti, al termine del tavolo di confronto sulle pensioni al Ministero del Lavoro tra Cgil Cisl e Uil e il Ministro Nunzia Catalfo.

 

Noi riteniamo che, già dalla Legge di Bilancio, bisogna confermare quota 100, garantire una flessibilità per tutti i lavoratori intorno ai 62 anni e dare una risposta ai pensionati attraverso la rivalutazione delle pensioni. Abbiamo sottolineato la necessità di valorizzare il lavoro di cura e la maternità, attraverso una sorta di “Quota 100 rosa”, abbassando a 36 gli anni di contribuzione; di rilanciare con forza il modello di previdenza complementare, con un semestre di silenzio assenso. Bisogna, infine, affrontare il tema di quota 41 e quello delle future pensioni dei giovani. Questi sono i temi rispetto ai quali auspichiamo risposte positive per i lavoratori e il Paese.

 

 

Roma, 11 ottobre 2019

 

 

Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!