CONTRATTAZIONE  - Carmelo Barbagallo
Barbagallo: no ad accordi separati, ma dobbiamo fare accordi
All'assemblea della Cgil, il leader della Uil rilancia sulla necessità dell'unità sindacale
barbagallo310118.jpg
31/01/2018  | Sindacato.  

 

 

«Dobbiamo fare i sindacalisti e perciò dobbiamo fare gli accordi». È questo uno dei passaggi dell’intervento che il Segretario generale della Uil, Carmelo Barbagallo, ha svolto alla Conferenza di programma della Cgil dedicata, in particolare, a innovazione e contrattazione. Un passaggio che, esplicitamente, rinvia al confronto in atto con la Confindustria sulla riforma del sistema contrattuale e che, al momento, resta in attesa dell’appuntamento al vertice tra Cgil, Cisl, Uil e l’Associazione degli industriali.

 

«Non ho nessuna intenzione - ha sottolineato Barbagallo - di dare continuità alla pratica degli accordi separati, ma gli accordi vanno fatti, perché un Sindacato che non fa accordi diventa una bocciofila. Peraltro, la velocità dei cambiamenti in atto è tale che un nuovo modello contrattuale, comunque, non sarebbe destinato a una lunga durata. Ecco perché non ha senso far trascorrere così tanto tempo prima di giungere a un’intesa su questo capitolo. A tal proposito - ha proseguito il leader della Uil - noi dobbiamo recuperare l´unità d’azione sindacale e dobbiamo darci regole certe per poter decidere. Purtroppo, però, negli interventi di Susanna Camusso e di Annamaria Furlan ho riscontrato troppa timidezza rispetto alla necessità dell’unità sindacale. Noi - ha concluso Barbagallo - dobbiamo vedere come proseguire la trattativa con Confindustria».

 

 

Roma, 31 gennaio 2018

 

Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!