ALITALIA  - Carmelo Barbagallo
Barbagallo: «I lavoratori vogliono salvare il lavoro e dare un futuro all'azienda»
Il leader UIL a Messina alla Conferenza di Organizzazione della Sicilia
barbagallo_top_05042017.jpg
05/04/2017  | Sindacato.  

 

 

La politica siciliana su lavoro e sviluppo e il difficile e contrastato rapporto tra il Governo regionale e le parti sociali sono stati i temi principali al centro del dibattito della Conferenza di Organizzazione della Uil Sicilia alla quale è intervenuto anche il Segretario generale nazionale, Carmelo Barbagallo. Il leader della Uil ha confermato il giudizio negativo già espresso nei giorni scorsi dal Sindacato regionale.

 

Sollecitato poi dalle domande dei giornalisti, Barbagallo ha affrontato alcune questioni dell'attualità nazionale, a partire dallo sciopero odierno all'Alitalia. "I manager fanno gli errori e i lavoratori pagano; i manager fanno gli errori e continuano a percepire i loro lauti compensi e per i lavoratori si vogliono tagliare salari e lavoro. Qualcuno dice che mentre l'Alitalia muore, i lavoratori scioperano: e cos'altro dovrebbero fare se chi avrebbe dovuto gestirla la sta facendo morire? I lavoratori e il Sindacato vogliono salvare l'Alitalia per salvare il proprio lavoro e per dare una prospettiva di sviluppo all'Azienda e al Paese. Questo è il messaggio che vogliamo lanciare con lo sciopero odierno".

 

Barbagallo, poi, ha ricordato che domani proseguirà il confronto al Ministero del lavoro sui temi previdenziali: "Bisogna sbrigarsi - ha concluso il leader della Uil - per far partire l'Ape social dal primo maggio e, perciò, occorre superare i ritardi sui decreti attuativi".

 

 

Messina, 5 aprile 2017

 

Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!